Diseducazione sessuale

Consulente Sessuale, Operatrice Reiki, Daphne. Cosa faccio, chi sono?

Ho studiato come educatrice e consulente in sessuologia e sono operatrice Reiki.

La mia passione nei confronti di un approccio olistico, unito a quello scientifico, mi ha portata a frequentare e conoscere pensieri e metodi tra loro molto diversi; frequentando corsi di Sessuologia e Sessuologia Alimentare e facendo percorsi volti alla conoscenza e all’utilizzo dei Chakra.

Essendo curiosa per natura, ho approfondito le mie conoscenze sull’aromaterapia e sulla numerologia, trovo interessanti alcuni riscontri e mi piace trasmettere a chi mi segue ciò che sono le mie scoperte.

Un tempo pensavo che si dovesse scegliere se essere dalla parte della scienza o dalla parte di chi opera tramite metodologie alternative ma percepivo che qualcosa non andava, non mi sentivo completa e non capivo il motivo. Ho lavorato molto per unire le mie dualità, scoprendo qualcosa di favoloso: la maggior parte di noi vive male perché vuole scegliere cosa essere. Non riesce a essere tutto, così decide di diventare una cosa o l’ altra. Il risultato è un’ enorme frustrazione.

Ho creato e sperimentato su migliaia di persone dei metodi che aiutano le persone ad avere più consapevolezza.

In questo mondo manca la semplicità e i miei metodi, quali, per esempio, il metodo delle 8C, sono semplici e chiari.
Voglio che la gente capisca quello che comunico, non che mi guardi come fossi una dea. Il mondo di oggi invece guarda come un dio chi parla in modo incomprensibile: molti sono convinti che più usi termini forbiti e più sei credibile, anche se non stanno ben capendo quello che dici.

Dobbiamo tornare alle cose semplici, al pane fatto in casa, alla nonna che ci racconta la sua vita, a chiedere se non capiamo, senza andare a cercare la definizione sul cellulare perché ci vergogniamo di ammettere che non siamo onniscienti.

CHI SONO?

Quando mi chiedono chi sono mi sento sempre un po’ confusa.

A questa domanda cosa si deve rispondere?

Sono una mamma, un papà, un impiegato, una dottoressa, una commessa, uno studente, un medico della mutua, un elettricista, un ingegnere, un attore, un doppiatore, una donna delle pulizie, un cuoco, un avvocato, un’ infermiera…

Cosa risponderesti, ora, se ti chiedessi Chi sei?

Io non sono nulla.

Questo è il mio punto di forza ma anche il mio tallone d’ Achille.
Quando non ti introduci in nessun gruppo, non sei comprensibile.

Una grande fetta di questo mondo necessita di etichette, non gli frega nulla di ciò che realmente sei, gli interessa dove sei collocato. Non ci credi?
A cosa pensi se ti dico la parola casalinga? Se invece ti dico antropologo, netturbino, scalatore, OSS?

Vuoi dirmi che queste semplici parole non hanno evocato in te una immagine e una emozione più o meno alta? Come mai?
Semplice, sono categorie.

Ora, non voglio dire che andrebbero eliminate, ma bisognerebbe educare molti di coloro che ne fanno parte a non identificarsi in esse.

Frasi come -Piacere, sono il Dott. Toppotti-, a mio parere, non si possono sentire.
Pensate se, presentandosi a voi, un’ umile pensionata vi dicesse -Piacere, sono la Pensionata Gessini-. Cosa pensereste? Vi fa ridere?

Allora perché nel primo caso vi sembra una presentazione normale e nel secondo caso sorridete?
Non sono interessata al dottore che sei diventato, voglio sapere prima di tutto il tuo nome e voglio guardarti negli occhi, voglio entrare nella loro profondità ed interagire con l’ anima che c’è in te.

Ci ho messo parecchi anni a fuggire da chi voleva che entrassi a far parte di qualche categoria e, devo ammettere, che mi sono anche impegnata nel tentativo di trovare quella giusta per me.
Indovinate come è andata a finire?
Sono fuggita, sempre.
Ho fallito, per fortuna.

Talvolta il fallimento è la più grande possibilità che ci viene data, ma anche qui, nello straordinario mondo delle parole, ci sono le categorie di parole belle, meno belle, simpatiche, brutte, etc…

Cosa sono, cosa faccio?

Sono una creatura che popola il pianeta terra, come tutti voi, che sta cercando di apprendere l’ arte di amare in modo incondizionato.
Ho uno studio a Milano, uno a Piacenza e uno virtuale, via Skype, dove faccio consulenze a persone alla ricerca del proprio MDE (Motivo di Esistere) e dell’amore ma anche di una sana e libera sessualità.

Ho studiato come educatrice e consulente in sessuologia, frequentato diversi corsi e seminari olistici e sessuologici.
Ho preso il primo livello di Reiki scegliendo di non perseguire il secondo, né il terzo, per gustarmi i risultati di ciò che avevo appreso.

Ammettetelo, quando avete letto la parola -Sessuologia- vi siete un po’ incuriositi e magari avete avuto pensieri impudici. Non vorrei deludervi ma alcune delle persone con cui ho avuto la gioia di studiare Sessuologia aveva più problemi sessuali da risolversi dei propri futuri pazienti e di tutti gli assistiti con la quale ho l’ onore di lavorare.

C’è un gran caos in atto nel mondo della sessualità, è la solita storia: guerra tra categorie.
Se la smetterete di mettervi dentro ad una categoria per sentirvi meno soli ed inadeguati allora sarete davvero liberi di manifestarvi per ciò che realmente siete: creature uniche e perfette, indipendentemente da ciò che sono le vostre preferenze sessuali, dai vostri titoli di studio, dalla macchina che avete, dal vostro stato sociale.

Provate a lavare sul senso di inadeguatezza che avete nei confronti del mondo anziché sull’apparire, allora vivrete davvero.

Daphne Consulente in Sessuologia e Operatrice Reiki.

Per prenotare una consulenza compila il form. Sarò felice di poterti aiutare.

Contattami

Chi sono

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi