image
Sesso e confusione mentale

PERCHE’ INTRODURRE UNA RIUNIONE VIBRANTE NELL’ ASSEMBLEA CONDOMINIALE

Presumo che parecchi di voi abbiano avuto la gioia di partecipare ad almeno una riunione di condominio.

Presumo anche che, a circa due giorni dalla data dell’incontro, abbiate presentato i primi sintomi di avversione al solo pensiero di incontrare la vicina psicolabile, il vicino guardone e la coppia di intrombabili, che naturalmente potevano sposarsi solo tra loro.

Ho solo qualche reminiscenza di riunioni condominiali e pure mal riuscite.

L’unica cosa rimasta ben chiara nella mia testa di cazzo è una serata inenarrabile, in cui mi ritrovai a viaggiare con la mente:

Stavo osservando la vicina siciliana che, in una lingua a me poco chiara, manifestava il suo dissenso riguardo al diniego di impadronirsi del giardino condominiale ad uso commerciale.
Alla sua sinistra l’affittante, palesemente di sesso confuso, traduceva ai perplessi condomini ciò che l’inquilina andava esponendo.
Dinnanzi a me due tunisini dialogavano nella loro lingua, che ovviamente non conoscevo, ma le loro espressioni e la situazione surreale che stavo vivendo, valevano più di mille parole.

In tutto codesto caos mi immersi in un trip favoloso, non so se per sopravvivenza o altro.

Iniziai a pensare a chi, e perché, poteva giovare il mio intervento durante un’assemblea condominiale:

Colui che lava la macchina usando l’ acqua condominiale, e coloro che rompono il cazzo perché pagano 4,5 euro in più all’ anno per l’ acqua che lui usa, si troveranno in cortile a lavarsi le macchine (e non solo) reciprocamente, in costume e pure limonando!

La vicina isterica con il cane rancido (o irrancidito dal suo isterismo, poco cambia) potrebbe comprendere che il suo malessere è dato da una sessualità repressa e depressa. In ogni caso, se così non fosse, le farebbe un gran bene.

Il vicino buonista, che di sua spontanea volontà si improvvisa manutentore del palazzo quando nessuno glielo chiede, potrebbe riempire i suoi spazzi vuoti trombando allegramente.

La giaccatrice (colei che parla con tutti, di tutto, specie dei cazzi altrui) potrebbe finalmente iniziare a farsi i suoi peni e tutti sarebbero felicissimi.

Il voyeur (cioè il guardone), smetterà di farsi trovare davanti alla finestra della vicina vittima dei suoi sguardi. Avrà appreso nuovi metodi con cui eccitarsi.

La coppia di intrombabili si tramuterà in una coppia di tromboni. L’ Unico problema potrebbe essere che inizierebbero a infastidire il vicinato con urla di gioia infinita.

L’ esibizionista, ovvero colui che si aggira per la casa in mutande (quando va bene) svolgendo ogni mansione con la speranza che qualcuno lo stia osservando, sarà occupato a farsi ammirare dal partner.

Infine abbiamo l’ amministratore: anziché presentarsi impettito e irrigidito dal suo ruolo, giungerà alla riunione felice di risolvere le problematiche condominiali in modo allegro e propositivo.

Attendo convocazioni 😀
Buona giornata
Daphne V.

Lascia un commento

Autore del post

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi