image
Daphne e la Sessuologia, Diseducazione sessuale

Mr T e la Disfunzione Erettile

Mr T e la disfunzione erettile. Parte I

Lunedì ore 11.30
Il Pene deceduto.

Dinnanzi a me c’è un uomo alto, magro sulla cinquantina, ben tenuto.

Potrei quasi provare attrazione, se la mia parte professionale non fosse cotanto esaltata quando sto lavorando. Gran fortuna.

Lo faccio accomodare. Mi sta studiando. Lo lascio fare mentre prendo una cartella gialla.
Solitamente faccio scegliere all’assistito il colore, ma non voglio disturbare il suo processo analitico.

Sto ancora scrivendo i suoi dati, quando Mr T, prendendo la rincorsa, esclama -Daphne, il mio Pene è deceduto, sono qui per fargli il funerale!-

Mi fermo. La mia mente inizia a menarla copiosamente -Ora sei anche un becchino? Di stronzate ne hai fatte tante in vita tua, ma i funerali, orsù, e poi a un PENE!!-.
Concentrati… cerca di rimanere in questa tragicosimpatia.

-Mr T… mettiamo il caso che il suo Pene sia realmente deceduto; come pensa che potrei aiutarla io? Sta cercando la bara per il suo organo genitale? Mi traduca il significato di Pene deceduto.-

Davanti a me c’è un uomo affascinante, medico, dermatologo, acculturato, simpatico che non riesce a palesarmi il suo problema in modo esplicito.

-Diciamo che da queste parti- dice indicando la sua zona pubica -la situazione è poco rassicurante!
Sono un dottore, quindi saltiamo tutta l’anamnesi e le analisi psicologiche. Ho già fatto tutto: consultato il collega Andrologo, urologo, un paio di psicologi e pure un santone. Ho fatto agopuntura, riflessologia plantare, meditazione e pure pregato il signore. Niente Daphne, tutto tace!-

La cogliona della mia mente si sta divertendo tantissimo a farmi notare che codesto uomo ha già provato tutto, e anche di più. In effetti il becchino è una figura che manca nella lista, ma fare funerali non è la mia specialità.
Sento l’ego che sussurra -Forse qualcosa é sfuggito, forse un piccolo dettaglio é passato inosservato. Talvolta i medici non vogliono vedere oltre la medicina, gli psicologi oltre il protocollo e i santoni oltre i miracoli. Tu sei un ibrido. Magari gli serve un ibrido!-
La Dap insicura vorrebbe fuggire da questa situazione, ma lui è lì, davanti a me, con la disperazione in volto che mi chiede aiuto. Ho paura. Se non fossi all’altezza?
È ancora l’ego a rispondere, ma forse ogni tanto anche lui ha la sua sana utilità.
-Fottitene. Lui sta chiedendo aiuto. La tua missione é quella di aiutare le persone diseducandole. Togli i semi marci e aiutalo a vivere. Hai davanti un uomo che ha smesso di gioire della vita.-

Mr T sta battendo le mani sulle gambe nervosamente.

-Le propongo questo gioco; per oggi le eviterò tutte le domande e i metodi che lei ha già tentato. Facciamo qualche esperimento per vedere che rapporto ha con la sua sessualità. Le farò fare degli esercizi per potenziare la sua eccitazione. Vediamo cosa succede.
Non le prometto nulla, se non che mi impegnerò al massimo, ed eventualmente, mi fermerò quando mi renderò conto di non saper continuare.

Mi sta fissando… credo mi stia odiando.
Le persone vengono da me pensando che in venti minuti io possa sistemare gli sconquassi delle loro zone pubiche.

-Mi dica cosa devo fare. Sono disposto a tutto Daphne. Sono un uomo con un cadavere tra le gambe…peggio di così non può andare…ho un PROBLEMA enorme, lo capisce??-

Digli qualcosa daphne…digli qualcosa…qualcosa di intelligente, ce la fai ogni tanto a dire qualcosa di sensato??

-Mr T, lei non ha un problema, ha una situazione da risolvere.
Sarebbe rimasto un problema se non avesse avuto il coraggio di ammetterlo.
Lei sta agendo, questo porta già ad un cambiamento.
Finora ha cercato soluzioni in posti che già conosceva, che la facevano rimanere nella sua zona di confort, ma senza risultati.
Forse ha bisogno di andare oltre a ciò che già conosce.
É interessante avere come diseducando un dermatologo; lei sa che il termine “sessuologia” pare sia nata dal dermatologo tedesco Iwan Bloch all’inizio del 1900?-

Mr T sta sorridendo, finalmente.

-Ci vediamo lunedì prossimo alla stessa ora, mia … com’è quel termine che ti piace tanto usare??-

-Diseducatrice Mr. T.
Ci vediamo lunedì, le darò un quaderno, a cui darà un nome. Sarà il suo migliore amico, almeno finché non risveglieremo quella che lei definisce una zona morta.”

…continua…

Lascia un commento

Autore del post

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi