image
Daphne e la Sessuologia, Diseducazione sessuale

LUNEDÌ -Mr T e il pene da rianimare

Lunedì -Mr T e il Pene da resuscitare-

Ore 9.06
Fissando il soffitto

Sto facendolo ancora: fisso questo cacchio di soffitto e non gli ho ancora dato un nome.
La scorsa settimana sono andata dalla mia farmacistOmeopataNaturopataSantona per chiederle qualcosa per la sindrome dell’interlocutore con il soffitto. Mi ha detto che se lo faccio ho bisogno di farlo.

Non sono pienamente d’accordo, in più sto pensando di dargli un nome.
Nella scuola di sessuologia ci sono un paio di psichiatri che fanno il corso con me, forse dovrei rivolgermi a loro.

E se fissare il soffitto fosse una forma meditativa non ancora riconosciuta perché non ritenuta abbastanza figa?
In effetti… come farebbero a vendere quei corsi dall’incerta utilità , se ammettessero che per star bene, talvolta, basta una seduta col soffitto?

Ore 9.23
Deep Impact

Molte persone si alzano, fanno colazione, talune riescono anche a defecare, altre a truccarsi, altre ancora leggono il giornale mentre bevono il caffè.
Probabilmente sono degli dei.

Il mio imprinting con la sveglia non é stato dei migliori: io e il mio babbo eravamo sempre in ritardo. Ricordo che una volta ero già sulle scale quando mi accorsi di essere uscita in pantofole.
Avevo sei anni.
Forse è successo a tutti una volta nella vita, ma non agli dei del risveglio.

Io mi alzo calcolando i secondi che ho dal momento in cui la pianta del mio piede si appoggia sul pavimento e quello in cui dovrò essere in studio: lo chiamo -Deep Impact-
Oggi ho tre minuti per fare la doccia, uno per asciugarmi, due per decidere come vestirmi e due per eseguire.
Mangerò una schifezza confezionata mentre chiacchiererò con la mia cagnetta Castagna.
Avrò a disposizione tre minuti per dedicarmi ai miei denti.

In totale sono circa quindici minuti.
Ho novecento secondi tutti per me.

Ore 11.30
Mr T e il Pene da resuscitare

Potresti conciarti un po’ meglio; già ha problemi di erezione, se poi ti presenti struccata e con le crepe sotto gli occhi…

La rompi coglioni della mia mente sa sempre come farmi sentire inadeguata; è una specialista.

Mi distrae, mi sconquassa, mi scombussola, mi destabilizza.
Che tristezza quando le credo.
Non sono qui a resuscitare piselli emanando fascino, altrimenti farei un altro mestiere.
Il mio compito é quello di alleggerire, sdrammatizzare la quotidianità delle persone, liberarle dalle masturbazioni mentali per favorire quelle fisiche.

Credo che la mia faccia da lunedì mattina possa farlo sentire a suo agio e meno solo nel suo disagio.
In più, se osservo il mio operato e i miei risultati, posso perfino dimostrare scientificamente alla mia mente di essere socialmente utile.

-Daphne buongiorno. È un buongiorno? Hai passato un bel fine settimana? Io sto benissimo. Il mio Pene non si è rianimato, però mi sono completamente dimenticato di averlo, cosa che, debbo ammettere mio malgrado, mi ha fatto particolarmente bene.
Ho fatto i compiti.
Questa storia del quadernino che mi hai regalato come compagno di percorso mi fa sentire bene.
Ogni volta che fatico a dire qualcosa, ogni volta che vorrei dirti qualcosa, scrivo.
Ti sto dando del tu, mi é concesso mia diseducatrice?-

Mentre parla sfoglia le pagine, ha scritto tantissimo e ha la calligrafia da medico.

Cribbio.

Vedo dei segni strani che potrebbero sembrare lettere, ma anche grafici…

-Mr T, mi dia pure del tu. Per quanto riguarda ciò che ha scritto mi servirebbe la sua traduzione. Perché voi dottori scrivete cotanto male? Fate un corso per peggiorare la calligrafia? Mi legga il suo operato, la prego!-

Sto ridendo mentre tento di tradurre ciò che ha scritto, lui prende il quaderno e con tono fiero comincia:

-Lunedì: il mio Pene è deceduto da tempo.
Amen. Daphne non mi ha garantito che troveremo la pozione resuscitante, ma ha promesso che farà del suo meglio. Questo mi dà speranza, anche se oggi mi ha detto di non pensare al defunto e non ho ben capito perché. Sono andato lì apposta.
Oggi ho voglia di mandare a cagare la mia ex, ma non solo lei. Ho voglia di mandare a cagare un sacco di gente…-

Mr T si ferma, mi guarda. Sta aspettando il permesso di continuare? Oppure che mi complimenti?

-Ha mandato a cagare qualcuno o lo ha solo scritto?-

Sorride

-L’ho solo scritto, ma è stato liberatorio. Mi sarei liberato meglio se avessi potuto esprimerlo verbalmente, almeno con la signora B., una mia paziente ipocondriaca. Quella rompe molto sai? Non mi stupirei se il suo compagno avesse la stessa morte che ho io tra le gambe.-

Mi scappa da ridere e il fatto che lui si stia scompisciando descrivendo la signora B. non mi aiuta a mantenere un’espressione competente. Fanculo alle espressioni competenti.

-Mr T facciamo un gioco; fingiamo che io sia la signora B., o se preferisce la sua ex. Mi mandi a cagare!-

Mr T è incredulo.

-Come faccio a mandarti a cagare? Non si mandano a cagare le persone. Non è educato. Non è rispettoso.-

-Ci provi! Mi manchi di rispetto smodatamente, la prego!-

-Ok… sai E. mi hai veramente rotto i coglioni. Me li hai rotti tanto che non credo possano più ricomporsi. Sono spappolati! Hai presente la carne trita? Si, è una pessima visione, ma rende: le mie gonadi sono ridotte così.
Non sai quanto mi sentivo umiliato ogni volta che ti lamentavi perché il mio Pene aveva smesso di funzionare. Non dico che dovevi andarne fiera, ma un po’ di comprensione. Esistevi solo tu, il tuo lavoro, lo yoga, le tue menate di borsa riguardo alle tue colleghe, i tuoi orgasmi che non arrivavano, e questo prima che il mio pene si suicidasse.
I tuoi orgasmi erano rari.
E poi ci mettevi un’infinità ad averne uno. Ma io non ti ho mai detto -non funzioni!-.
Mai mi sono permesso, anzi, ci mettevo il massimo impegno. Io amavo farti godere. Non mortificarti. Tu invece traevi un malsano godimento nell’umiliare ciò che ormai era palesemente passato a vita migliore… Daphne sto esagerando?-

-No, continui. Mi dica tutto quello che non riesce a dire neanche a se stesso, la prego.-

Mr T ha un’espressione sadica in questo momento, prende fiato e ricomincia…

…continua…

Lascia un commento

Autore del post

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi