maniaco sessuale
Diseducazione sessuale

i maniaci sessuali

I MANIACI SESSUALI… O FORSE sarebbe più corretto chiamarli “MALEDUCATI SESSUALI”

Cosa potrebbe succedere se fossimo stati tutti educati ad una sana e libera espressione del sesso?

Studiando Freud ho appreso, no.. in realtà non ho appreso niente, ho tentato di apprendere, quello che i prof mi rifilavano come “ verità assoluta”.

Odiavo ripetere le lezioni a memoria e tentavo di esporre le mie teorie a riguardo……

I prof non mi hanno mai ben capita, o forse non sono riuscita a farmi comprendere io, ma non siamo qui a parlare di questo, per vostra fortuna.

Torniamo a Freud, vi spiego la MIA UMILE ,e probabilmente errata, VISIONE;  per me lui diceva di RICONOSCERE la propria perversione (tra l’ altro per riconoscerla il soggetto può passare anni in psicoanalisi).
Praticamente è come dire “ok, adesso so che ci sei, siamo quasi amici!”

 

Freud ha fatto grandi cose, devo ammetterlo, ma il suo lavoro andrebbe unito ad un percorso educativo, o diseducativo, per prevenire anziché curare.
Andiamo oltre…..
Ho fatto qualche ricerca sul comportamento sessuale animale e ho scoperto che…………………………………. I PINGUINI SONO DEI PERVERTITI!!!!!!
“I pinguini simpatici animali dalla camminata buffa, dotati di ali senza poter volare, tra i personaggi preferiti dei cartoni animati, come nel film Madagascar dove sono stati rappresentati come 007 della natura.
Ma la realtà a volte supera la fantasia.
E allora si può anche parlare dei pinguini come animali scaltri, sì, ma anche violenti e crudeli, in particolare per quanto riguarda l’inclinazione sessuale dei soggetti non accoppiati delle colonie.
I pinguini di Adelie, poi, sono stupratori e necrofili e, orrore, uccidono i loro pulcini girando in piccoli gruppi e comportandosi spesso come una vera gang”. (FONTE http://www.lettera4.it/)
La prima reazione è stata “CRIBBIO!” poi ho riletto, cercando di trovare la motivazione, e mi sono permessa di sottolineare la frase che potrebbe fare la differenza:
In particolare per quanto riguarda l’inclinazione sessuale dei soggetti non accoppiati delle colonie.
Non mi dilungo su questa ricerca, ma vorrei andar a leggere tutto lo studio perché sono convinta, o quasi, che in natura non esistano parafilie immotivate. Si parla esclusivamente di questa comunità di pinguini e comunque “pinguini non accoppiati”. Probabilmente è successo qualcosa che ha scatenato in loro un istinto perverso.
Non potrebbe essere la stessa cosa per l’ essere umano?
Se veramente nel mondo animale non esistono le parafilie, può essere che il “deficiente sessuale”, abbia ricevuto un’ educazione che l’ ha portato a reprimere gli istinti sessuali primari e trasformarli successivamente in istinti sessuali secondari?
Vi lascio con un paio di letture di Wilhelm Reich, allievo di Freud, a mio parer illuminante, ma poco compreso dalla società o da chi la governava ai tempi, dato che di lui ben pochi parlano:
“….se non si ha fame non si è spinti al furto e perciò non c’è bisogno di una morale che impedisce alla gente di rubare. Se si è sessualmente soddisfatti non esistono impulsi alla violenza sessuale e non c’è bisogno di una morale che li condanni…”
“….nel conflitto tra istinto e principi morali, tra ego e mondo esterno, l’ organismo è costretto a corazzarsi tanto contro l’ istinto, quanto contro il mondo circostante; è la rigida corazza che si risolve inevitabilmente IN UNA LIMITAZIONE delle FACOLTA’ VITALI e di cui soffre la maggior parte degli uomini COME SE TRA LORO E LA VITA SI INNALZASSE UN MURO….”
Wilhelm Reich “La rivoluzione sessuale”

Lascia un commento

Autore del post

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi