comunicazione sex
Sesso e confusione mentale

come eccitare il partner (???)

Il titolo di questo pezzo mi infastidisce…

Chi è quel presuntuoso che vuole insegnarvi a far godere la persona con la quale amoreggiate?

Nessuno, state sereni 😉

L’ obiettivo di quello che sto per scrivere, è di darvi qualche spunto di riflessione, non voglio istruire nessuno, se non me stessa con cui, tra l’altro,  ho svariati problemi di comunicazione!

Nelle riunioni le donne mi chiedono spesso come “accendere” la passione, certe domande mi spaventano a morte 🙂

Non posso prendermi certe responsabilità, ma possiamo lavorare insieme per migliorare la nostra COMUNICAZIONE SESSUALE.

Immaginatevi una donna sexy da morire, scommetto che state pensando “beh lei non fa fatica, è già eccitante di suo”.

Queste sono le cazzate che vi rifila la televisione.

Andiamo avanti a visualizzare questa magnifica donna, lei vuole portare al massimo l’ eccitazione del suo compagno, così si è comprata un completino arancione fluo…. lei adora quel colore, lo trova particolarmente stimolante.

Si presenta dal partner con il perizoma  e  i copri capezzoli del suo colore preferito, è fierissima del suo acquisto.

Lui la guarda e pensa “urca, cosa indossa oggi la mia magnifica donna? Non posso guardare… è un pugno in un occhio e anche un po’ nelle palle”.

Ho estremizzato per introdurre un discorso molto più complesso: l’ importanza della comunicazione.

Se il nostro partner è estremamente visivo, ed odia l’ arancione, la sua eccitazione andrà a finire in cantina.

La stessa cosa vale per l’ emotivo; potrebbe amare l’ odore della nostra pelle e noi, mettendoci il nostro profumo preferito,  inibiremo la sua eccitazione massima.

Pare che ci siano tre tipi di comunicazione:

la verbale, che tutti conosciamo, la visiva e la emotiva.

Ognuno di noi è diverso a livello sensoriale: possiamo essere più stimolati da alcuni sensi piuttosto che altri…possiamo essere più tattili, uditivi,visivi o olfattivi.

Capire quale/i senso/i ci permette di abbandonarci maggiormente, può facilitare la fase dell’abbandono della mente e del risveglio dei sensi.

Conoscere quali sono i sensi che stimolano maggiormente il/la nostro/a compagno/a, attiva un meccanismo che fa si che l’abbandono di entrambi/e ci coinvolga in un piacere completo, fatto di un dare e avere di sensazioni sicure e globali, che rendono il rapporto un momento unico capace di legare le nostre anime in maniera profonda ed eccezionale.

Ho preparato un piccolo riassunto, leggendolo capirete meglio qual è il vostro modo di comunicare.

Ho usato il maschile SOLO per rendere la lettura più comprensibile, quindi se il vostro partner è uomo, donna, o entrambe le cose, modificate la lettura a vostro piacimento 😉

 

Potete essere estremamente visivi, oppure un mix di tutto, non c’è una regola, e soprattutto, in base al periodo in cui siamo, potremmo sviluppare un senso più di un altro.

Insomma un gran casino!!!

VISIVO

Il visivo noterà la vostra nuova pettinatura, un vestito o cambiamenti nell’ arredamento.

Sarà molto attento all’ espressione del vostro volto, piuttosto che alle vostre parole o a un vostro abbraccio.

Un visivo si apporta ad ogni cosa in base a come gli appare, si rapporta alla vita attraverso la vista.

Un visivo ha movimenti veloci, è sempre indaffarato a fare qualche cosa. Questo perché elabora le proprie informazioni principalmente attraverso gli occhi e deve muoversi in continuazione per poter vedere più cose possibili.

Possono dargli fastidio le chiacchiere interminabili, la musica ad alto volume, le “troppe parole”  lo rende nervoso.

Parlare di come si sente può farlo sentire a disagio.

Gli è molto difficile esternare i propri sentimenti, ma questo non significa che egli sia duro, distaccato o insensibile. Significa semplicemente che non ama rendere partecipi gli altri delle proprie emozioni.

Quando si arrabbia è più probabile che si ritragga e si metta a rimuginare, piuttosto che sfogarsi.

Potete arrivare a condividere i sentimenti del visivo ma dovete incominciare a parlare di come appaiono le cose invece che delle sensazioni che esse provocano.

Adora vedere il suo mondo lindo e in ordine. Se dovete dargli delle indicazioni scrivetegliele su un foglio o disegnategli una mappa.

Il visivo preferisce le conversazioni faccia a faccia, non quelle telefoniche, reagirà meglio ai messaggi scritti che a quelli orali. Se volete ricordargli qualcosa SCRIVETEGLIELO!!

Se volete che si ricordi la data del vostro compleanno fategli una nota sull’ agenda, per far sapere a un visivo quanto l’ amate, lasciategli bigliettini d’ amore!

Dedicate tempo a prepararvi e a preparare la stanza per l’ amore, il visivo apprezzerà molto!

Il VISIVO E’ ECCITATO DA CIO’ CHE VEDE!!!

E’ fondamentale sapere qual è l’ esatta fantasia sessuale del vostro compagno, non tutti i visivi sono eccitati dalle stesse cose.

Scoprire cosa lo eccita significa che potrete eccitarlo ogni volta che lo desiderate!

Quando vi avvicinate al vostro uomo visivo concedetegli sempre un po’ di tempo per guardare prima. Nn abbracciatelo subito quando arriva a casa, non riempitelo di parole, fatevi guardare!

L’ approccio migliore per eccitare un visivo è cominciare completamente vestite e togliersi le cose di dosso un po’ alla volta, fategli uno spogliarellooo!!!

Tenete in giro per la casa delle foto di voi due. Preparategli un pranzo che sia bello da vedere.

Fate l’ amore con la luce accesa.

Il visivo è veramente molto impacciato con i propri sentimenti, il modo migliore per farglieli esternare è parlargliene quando è estremamente rilassato .. tipo dopo un orgasmo 😉 !

UDITIVO

L’ uditivo non nota la vostra nuova pettinatura quando varca la soglia di casa.

Gli interessa più sentirvi parlare della vostra giornata, piuttosto che raccontarvi della sua.

Le emozioni del nostro uditivo scattano in base a ciò che ode.

Un uditivo reagisce meglio alla musica che alle immagini, è facile parlargli, adora le lunghe conversazioni di qualsiasi natura.

Perfino quando non sta parlando  ad alta voce, sta interloquendo con se stesso, nella sua mente!!

Può capitare di sentirsi esclusi, quando sta facendo una lunga conversazione con se stesso a proposito di qualcosa.

L’ uditivo spesso è estremamente logico, ricorda meglio, rispetto agli altri, quello che sente.

State quindi attente a ciò che gli dite: lui non lo scorderà!!!

Egli ascolterà con attenzione quello che dite, ma anche quello che non dite, e starà particolarmente attento al tono della vostra voce, non crediate di potergli nascondere delle cose al telefono.

E’ un abilissimo lettore delle intonazioni della voce.

Tende a essere una persona più rilassata e pacata di un visivo, non deve “correre” in giro per vedere ciò che succede!

Le sue attività preferite sono la lettura,  fare progetti, ascoltare la musica e parlare o ascoltare.

Ci sono due tipi di uditivi: uno ama sempre stare in mezzo al chiasso facendo funzionare lo stereo, parlando, o riempiendo i silenzi in un modo o nell’ altro.

L’ altro  sembra a volte odiare qualsiasi tipo di suono. Il motivo è che qualsiasi tipo di suono potrebbe interrompere la conversazione che sta avendo con se stesso!

In entrambi i casi l’uditivo ascolterà attentamente e reagirà a quello che SENTE piuttosto che a quello che vede.

Le sue emozioni sono stimolate dell’ udire le parole giuste che gli vengono dette nel giusto tono di voce. Se vi rendete conto della sua sensibilità ai suoni e saprete fargli domande nel suo linguaggio d’ amore uditivo, vi dirà se preferisce la musica, una conversazione o la tranquillità.

Se volete fargli ricordare qualcosa non avete che dirgliela, non dovrete disegnargli delle mappe.

Gli uditivi preferiscono parlare delle cose piuttosto che guardarle.

Per lui è più facile parlare di emozioni rispetto al visivo.

Detesta urla e grida, soprattutto le vostre, potete dirgli tutto premesso che usiate un tono di voce tranquillo.

L’ uditivo non è meno comprensivo degli altri solo che tende ad essere molto analitico.

Raccontategli qualcosa che vi fa star male e invece di essere dalla vostra parte, comincia ad analizzare le situazioni e ad esaminare attentamente tutte le possibili soluzioni.

SE QUELLO CHE VOLETE IN REALTA’ E’ UN ABBRACCIO, NON DOVETE FAR ALTRO CHE DIRGLIELO!!

Non aspettatevi che lui noti tutti i preparativi che voi fate per avvicinarvi all’ amore, non si accorge né del profumo, né che siete andate dalla parrucchiera…  dà tutto per scontato.

Si eccita con altre cose, comprategli uno stereo e regalategli la sua musica preferita.

Leggetegli un racconto erotico, poesie romantiche ad alta voce e lui sarà felicissimo!!!!

Ditegli quanto  vi piace e quanto sia sexy, l’ uditivo vuole che gli parliate quando fate l’ amore, lo ecciterà tantissimo il sentire il respiro profondo che indica l’ avvicinarsi del vostro orgasmo.

Non cominciate toccandolo, ditegli anche solo un “ciao sexy!”.

EMOTIVO

Alcuni emotivi sono molto sensibili, sono come un libro aperto. Altri sono ben nascosti sotto un’ apparenza da duri. Ciò che tutti gli emotivi hanno in comune è che sono fondamentalmente pieni d’ intuito e che le loro motivazioni sono largamente dettate dalle sensazioni e dalle emozioni.

L’ emotivo decide le cose importanti della sua vita in base a come lo fanno sentire piuttosto che alla loro apparenza, o al loro suono.

Affronterà una situazione d’ istinto, piuttosto che analizzarla nei minimi dettagli. E’ un uomo che piange facilmente, è un tenero e a volte si deprime per un nonnulla. Gli piace molto la vostra sensibilità e ama quando gli esternate i vostri sentimenti.

L’ emotivo tende a toccare molto, dà grandi baci e abbracci, ama le conversazioni faccia a faccia.

Fa fatica a tenere le cose dentro, quando è triste una nube nera investe ogni cosa. Quando è arrabbiato tende a dare pugni contro il tavolo, sbatte le porte, lancia oggetti.

Quando è felice, la sua felicità è travolgente e vuole che tutti la condividano; il suo sorriso riesce ad illuminare una stanza, nessuno gli resiste!!

Non dovrete mai chiedere se vi ama o no perché i suoi sentimenti sono molto evidenti anche se egli cercasse di nasconderli.

E’ molto permeabile agli stati d’ animo, se siete tristi diventa triste, se siete felici lo è anche lui.

Desidera ardentemente amore e affetto, stimoli fisici ed essere continuamente toccato con dolcezza.

La logica non lo tocca in modo particolare e nemmeno gli argomenti di bellezza e praticità.La comodità fisica è fondamentale, vuole che qualunque cosa tocchi sia piacevole al tatto.

Massaggiatelo, ama sentire le vostre mani morbide che lo frugano ovunque.Può eccitarsi con qualsiasi cosa gli proponiate di fare, lasciate quindi la vostra fantasia libera.

Siate inventive, più sensazioni gli procurate più lui vi adorerà! Viene eccitato con il tatto, il gusto e l’ olfatto……

Dovete scoprire quale senso particolare va stimolato con lui, il tocco sbagliato può smorzarlo, esattamente come il tocco giusto può eccitarlo

Non ama i cambiamenti, lo sconvolgono, minano il suo senso di sicurezza.Gli emotivi sono PASSIONALI, se non lo sono c’è qualcosa che li turba.

Toccatelo in un certo modo, abbracciatelo spesso, la sua idea di passione è lenta e sensuale, fatta di tocchi.

Cercate di comunicare i vostri sentimenti in modo non verbale, parlate delle vostre emozioni e delle vostre sensazioni “capisco come ti senti, mi sento anch’ io così”

Lascia un commento

Autore del post

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi