image
Diario di Daphne Vibrante

Allegramente sola: giorno 28 “L’anorgasmia”

Allegramente sola
Giorno 28

Ore 3.56
Incubo

Mi sveglio in ansia: stavo sognando di dare degli esami e la commissione mi guardava come fossi pazza.
Fanxulo, i prof non mi hanno mai capita….

Mi incazzo con mr Universo “Ti avevo chiesto un sogno illuminante, non angosciante, e poi questo non era proprio un sogno, ma una situazione che ho vissuto svariate volte. Mr Uni, impegnati di più!”

Ore 5.31
Pensando all’amore

Ho avuto la geniale idea di programmare il lavaggio alle 4 di notte, così questa mattina mi sveglio grazie al rumore della mia lavatrice e non c’è verso: non riesco più a dormire.

A quest’ora è difficile far tacere la mente, qualche illuminato sicuramente ci riesce, ma io sono lontana anche solo dall’ambire a divenirla.

Sto pensando all’amore….. sono attorniata da esso; le figlie, gli amici, il fu marito, i fratelli, i genitori, gli amanti, le animale, tutto quello che mi circonda mi riempie d’amore….. ma io voglio dormire…

(……..Se solo la lavatrice tacesse
potrei risparmiarmi certi monologhi assurdi…..)

Dalle ore 9.23 in poi
Riflessioni sull’anorgasmia

Sto rileggendo le domande che mi vengono poste durante gli incontri vibranti.

Il 70% delle richieste d’aiuto ha come protagonista l’acme del piacere:
-Da dove arriva l’orgasmo?
-Come faccio a raggiungere l’orgasmo
-Cosa devo stimolare per arrivare all’orgasmo
-Qualche tecnica per riuscire a venire?
-Lui si accorge quando fingo di venire?

………………………………..

In tanti hanno fatto ricerche sul “piacere infinito” femminile, forse i più noti sono Master & Johnson.
Escludendo le cause fisiologiche, pare che la donna non riesca a raggiungere l’apice per motivi psicologici e/o per scarsa conoscenza di sé.

Una soluzione potrebbe essere quella di cominciare a MASTURBARSI!

Un’altra potrebbe essere quella di godersi il momento in cui si amoreggia, senza menate.

Godere del QUI e ORA, chi se ne frega di quello che giungerà o meno!!!

Concentrarsi sull’orgasmo mentre si amoreggia è un po’ come essere a tavola e, anziché godere del magnifico cibo che abbiamo a disposizione, pensiamo a quando andremo a defecare il tutto!”

Talvolta mi diverto a far da cavia per i miei esperimenti scientifici sulla sessualità, so che non è normale, ma come posso comprendere le altre donne se non vivo la situazione di cui mi stanno parlando?

Sarebbe come spiegare che sapore hanno gli spaghetti al ragù senza averli mai assaggiati!

In uno degli esperimenti mi sono concentrata sul “non venire”.

Sono folle? Molto!

Mentre amoreggiavo con me stessa pensavo a tutto tranne che a quello che stavo fando.

Risultati dell’esperimento:

-Quando dissociavo la testa dal corpo non sentivo NULLA.
-Quando tornavo con la testa nel momento in cui ero provavo un gran piacere, arrivando a raggiungere orgasmi multipli.

Ho fatto altri esperimenti usando cavie maschili.

Risultati:

-Quando comunicavo al partner come volevo essere accarezzata e il ritmo in cui provavo piacere, raggiungevo la gioia infinita in tempi brevissimi
-Quando lasciavo tutto in balia degli eventi, pretendendo che lui capisse come muoversi senza conoscermi, la gioia infinita tardava a giungere, talvolta era mancante.

Ore 23.11
Il piede nel vomito

Vado verso la camera da letto senza accendere le luci, viva il risparmio energetico, sotto i miei piedi sento qualcosa di molliccio.

Il cervello ci mette qualche secondo prima di elaborare i dati “molliccio sotto i piedi+DefiGatta+vomitata”,il tempo di fare un secondo micropasso ed ecco che esce l’informazione: hai i piedi nella vomitata della tua animala.

Nel frattempo Stefania Vibrante mi telefona per dirmi com’è andata la sua riunione, rispondo con un’acidità rara “Stefy qui e ora sto pulendo il vomito dell’animale putrido!”, lei si mette a ridere, forse finge di non capire “Passo a prenderti e andiamo a farci una birretta?”.

Le rispondo malamente “Non ho voglia di uscire, ho sonno, voglio andare a letto e sto trattenendo i conati. Ci sentiamo domani, bacino”

Buona buona notte
Daphne V

Lascia un commento

Autore del post

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi