image
Diario di Daphne Vibrante

Allegramente sola: giorno 15

Allegramente sola
Giorno 15

Ore 8.10
Al bar dell’amica Nadia

Questa mattina siamo messe alla grande 😀 potremmo far la gara di chi ha più occhiaie.
Stiamo chiacchierando del più e del meno ed ecco che entra il rappresentante del martedì.
Il tizio mi chiede se siamo in forma, gli rispondo che le nostre facce parlano da sole.
Guardo Nadia fare l’ordine, non la invidio per nulla…. il venditore inizia la lista delle novità fighe: “.. e poi c’è il gin tonic, sai che adesso va di moda??”.

Momento di silenzio

Nadia lo guarda sbigottita “si, sono già un po’ di anni che va di moda…..”, a quel punto appoggio la testa sul tavolo perché sto per scoppiare a ridere.
Il buffo venditore si mette a cantare “dammela che cosa la passera pelosa”, io mi complimento per la professionalità. Nadia lo guarda e gli dice “dai vai, ciao ciao buona giornata”

Ore 9
Caffè con la mammina

“Daphne, vado in pensione!”
La guardo con poco entusiasmo: sono quarant’anni che si fa il culo, sapevo che doveva andare in pensione a novembre, quindi non capisco perché me lo sta dicendo.

Le sorrido, penso che forse ha i primi sintomi dell’alzheimer e le dico “mammina lo so già”, lei diventa seria “Daphne, non hai capito, dal primo maggio sono a casa, ho finito, mi hanno tenuto validi gli anni in cui lavoravo in Francia”.

Caxxo

Sento una felicità estrema, mi viene da piangere; davanti a me c’è una donna che ha avuto tre figli lavorando giorno e notte per quarant’anni ………………….
ed ora è LIBERA.
Grande mammina!!!

Ore 11.12
La badilata nei denti

Sono esattamente quattordici giorni che sono più o meno allegra, è un record!
Sappiamo tutti che la vita non è sempre fatta di felicità estrema, per fortuna, altrimenti che palle.

Sicché qui e ora mi arriva una bella badilata sui denti: booooom!

Respiro, razionalizzo….. penso a chi me l’ha data, anzi, a chi ho permesso di darmela.
Guardo questa persona solo con l’anima.

No vaffanculo non ci riesco: la rompi-mente e il povero-ego sono incazzati neri.

Rifo: inspira ed espiraaaaa ohmmmmmm ohmmmmmm
Ora guarda questa creatura, immedesimati in lei….

Improvvisamente ho una visione: Grimilde, la strega di Biancaneve….
“Specchio, specchio delle mie brame chi è la più vibrante del reame?”

Torna seria Daphne, su…

Ok okkk allora……stavo respirando…….. ora mi immedesimo in Grimilde;

-Sono tristemente sola, anche se mi attornio di persone e situazioni apparentemente allegre.

-Sono convinta che gli uomini mi abbiano usata (in realtà mi sono fatta usare, ma questo non l’ho ancora voluto capire)

-Sono ferita da una serie di vicissitudini che, anziché illuminarmi, mi hanno ingrigita

-Ho le chiappe strette perché penso che chiunque voglia far sesso anale con me, senza usare il lubrificante. Eppure una tizia mi aveva fatto una riunione dove si parlava di sesso anale… ma non ricordo più chi sia… Bo…

-Non vedo più i colori della vita, ma vedo bene quelli delle foto, perché l’importante è apparire.

-Sono stata inglobata dal mio enorme ego. Non sono cattiva, ma mi sono persa ormai da troppo tempo.

Respiro…. ok ora che mi sono immedesimata in lei la comprendo, provo compassione e torna il sereno.

Ore 12.58
Ringrazio Grimilde

Ogni volta che prendo una badilata sui denti sento un male incredibile, poi mi ricompongo, mi specchio per controllare se c’è ancora tutto e penso “wow, era da tempo che non guardavo il mio gran bel sorriso e finalmente lo faccio grazie a te!”

19.32
Al supermercato

Oggi c’è poca gente, nessuno da deridere, che palle!
Incontro una mia cliente che non vedo da almeno due anni, ci salutiamo e vado avanti demoralizzata dal fatto che oggi far la spesa non è per nulla divertente.

Sono davanti al banco dei formaggi, li fisso, loro fissano me…. é un momento intenso in effetti…
Come sempre non ho preso il carrello, né il cestino; abbraccio la mia spesa tenendola ferma con il mento…. la mia cliente si avvicina “Daphne tre giorni fa ti ho sognata, ho sognato che avevi un allevamento di oche. Che strano, non ci vediamo da anni, ti sogno e poi ti incontro…”.

Le chiedo cosa significano le oche nei sogni e lei ridendo dice che sono sicuramente qualcosa di positivo.

Muoio dalla curiosità di sapere il simbolo delle oche-sogno e mentre con la testa vado via dal qui e ora, la spesa che ho tra le braccia si frantuma a terra.

Ecco, cogliona, volevi qualcuno da deridere, ora ridi!

22.35
Stanchisssssima

Le mie figlie stanno guardando la tv, io sono già a letto putrefatta … vorrei dormire ma devo aspettare la mezzanotte: domani è il compleanno di una persona specialissima, voglio essere la prima a fargli gli auguri ….

Lascia un commento

Autore del post

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi