image
Daphne e la Sessuologia

Allegramente sola: giorno 13

Allegramente sola
Giorno 13

Ore 6.33
Messaggio da numero sconosciuto

Questa mattina sono stata svegliata da un messaggio: “Ciao Dap, come stai? Mi manchi tremendamente. Dimmi quando sei libera che ceniamo insieme”

Sarebbe bello sapere di chi è il messaggio ma qualche settimana fa ho eliminato tutti i numeri che in qualche modo ritenevo inutili; amanti, limonatori, psicopatici, morosi immaginari e amici a cui non ero sicura di far troppo bene.

RESET

L’unico inconveniente é che non so cosa rispondere a questo messaggio, in più al mattino non sono mai particolarmente lucida, figuriamoci alle sei.

Ore 7.13
Rispondo al messaggio

Ciao, mi piacerebbe dirti che mi manchi e che ho voglia di cenare con te, ma non so chi sei 🙂 indi per cui non posso dirtelo!
Puoi gentilmente presentarti?
Fingiamo di non conoscerci 🙂

Ore 8.12
Ansia da corso

Tra un’ora ho il corso per le nuove ragazze… DEVO agitarmi……

Non riesco ad agitarmi

La mente inizia ad innervosirsi “lo sai che non ce la farai mai? Guarda come sei conciata… non sei credibile, hai preparato la scaletta del corso e non la segui mai, sei…” la signora anima la interrompe “hai veramente rotto i coglioni, taci, non vedi che non ti ascolta più nessuno? Non vedi che è felice? Lasciala in pace, almeno per questi giorni di corso, tanto é così gasata che non ti sente, prenditi quarantotto ore di ferie.

9.15
Inizio corso

Ci troviamo al bar della mia amica Nadia, che prende un pennarello e scrive sulla vetrina “chiuso per riunione Vibrante”.

La adoro, è folle!

Passiamo la mattinata a parlare di quelli che sono gli obiettivi dell’azienda:
-amore
-coscienza
-rispetto
-fiducia
-riunioni vibranti
-comunicazione
-educazione
-eliminazione dei pregiudizi
-eliminazione dei giudizi
-comprensione

Nell’aria si respira allegria, credo, entusiasmo, pazzia, voglia di mettersi alla prova, coraggio e anche un po’ di sana paura.

Ore 12.34
Pranzo

Nei corsi normalmente si pranza serviti da camerieri fighi, comodamente seduti, mentre si degusta un buon bicchiere di vino.

Nei nostri corsi c’è chi apparecchia, chi cucina, chi fa il caffè e chi lava i piatti; tempo fa mi dispiaceva imporre un metodo, oserei dire scoutista, alle donne che si candidano consulenti.
Ora ne vado fiera: l’ accettazione della semplicità e la collaborazione per me sono le radici per instaurare un sano rapporto lavorativo costruttivo.

Al ristorante Figo ci andremo quando faremo la convention Vibrante, ma a quella ci penseremo.
Adesso siamo sempre qui e ora.

Ore 10.34
La gente si ferma a farci foto ridendo

La vetrina con la scritta “chiuso per riunione Vibrante” piace: i passanti si fermano a fare le foto, ridono e ci fanno il pollice in su gridando “grandissime!!”.
Quello che stiamo fando piace e mette allegria.

Ore 19.00
Firma della promessa vibrante
image

Ore 18.56
Le IeneFiglie mi sfrattano

Ho voluto due figlie indipendenti, ed ecco il risultato: mamma, perché non esci con qualche tuo amico che vogliamo stare da sole?

Pensiero negativo: ecco non mi vogliono più, sono una mamma di cacca

Pensiero positivo: forse vogliono solo stare un po’ insieme senza la rompiMamma. Pensa che puoi vedere il tuo nuovo amico, evviva!

Ore 19.45
Appuntamento con il mio nuovo amico

Scendo sotto casa ad aspettarlo, non mi garba far attendere le persone e sono quasi sempre puntuale.

Il mio nuovo amico mi scrive “sono qui”, io inizio a pensare di avere un nuovo amico immaginario perché non lo vedo,
invece il rimba ha sbagliato numero civico, mi sta aspettando al numero civico 15…. io sono al 23

20.04
Cin con il nuovo amico

Temo che il mio N.A. mi prenda per alcolizzata, lui prende una birra piccola, io due bicchieri di rosso.
Parliamo tutto il tempo del mio lavoro, dei progetti, delle idee e la cosa bellissima è che non mi guarda come una folle, ma galvanizza ancora di più la mia pazzia, aggiungendo idee alle mie.

Ore 22.14
Rientro a casa

Le piccole iene mi stanno aspettando con lo stesso entusiasmo che ha un liceale quando viene rimandato e sa che passerà l’estate a studiare.

Entro in casa palesemente felice “ciao ragazzeeee!!”, loro si girano, Caterina accenna un saluto e torna a leggere, Clarissa mi guarda e dice “sei troppo felice, non me la conti giusta, questo nuovo amico non é come Ale, Nello, Simone, Max & Co. …… ” la guardo con il mio classico ghigno, lei scuote la testa rassegnata, nascondendo un sorrisetto da stronzetta che in quel momento adoro.

23.42
A letto

Sono nel mio lettone da sola, ma non mi sento per nulla tale.

Ringrazio l’universo, le mie figlie, il mio esercito vibrante, i miei genitori per avermi educata così, i miei fratelli per avermi portato gioia in momenti difficili, la mia gatta, il mio nuovo amico, la mia cagnetta che mi costringe a uscire anche sotto la pioggia, mia nonna per avermi trasmesso un po’ della sua follia, le mie amiche e i miei amici per farmi sentire speciale, la mia casa, la mia vita.
Infine ringrazio me, a fatica ma……fanculo, grazie anche a te Daphne

Qui e ora
Notte

Daphne V.

Lascia un commento

Autore del post

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi