image
Diario di Daphne Vibrante

Allegramente sola: giorno 10

Ore 8.34
Il risveglio della mummia

Apro un occhio, guardo la sveglia, guardo il comodino e c’è lei che mi fissa: DefiGatta.
Chiudo gli occhi, penso che potrebbe evitare di fissarmi alle otto di mattina “perché mi guardi così Micié, ti prego, distogli il tuo fisso sguardo dalla mia putrida faccia assonnata”, sto interloquendo con la mia gatta, non penso sia grave, d’altra parte lo fanno tutti.

Penso alla serata con il mio nuovo amico e forse dovrei darvi qualche spiegazione, ma io sono qui e ora, non racconto mai nulla del passato.

Se un giorno avrò il coraggio di dirgli “scusa un attimo che devo scrivere sulla mia agenda cosa succede in questo momento” ve ne parlerò.

Ora devo pensare che é il momento di prepararsi per le udienze settimanali della mia figliolanza.

Ho un conato. Amen.

Ore 9.01
Accendo la musica

DROPKICK MURPHYS
“Your Spirit’s Alive”
Non mi uccide nulla e nessuno, canto…. probabilmente storpiando le parole…. ma non me ne frega niente, devo prepararmi psicologicamente per le udienze!

Ore 10.05
Udienze

La fortuna vuole che non ci siano genitori nella sala d’attesa.

La DapMisantropa si esprime al meglio tra il popolo delle mamme, ma oggi mi va di lusso: siamo solo io e la prof.

Entro in un’ aula piena di documenti impilati qua e là, al centro c’è l’insegnante di matematica, la materia che per anni riuscì a farmi credere di essere “scolasticamente deficiente”.

Mi siedo davanti alla mentore di mia figlia, che mi sorride dicendo “Lei è la madre di Caterina, siete uguali!” la guardo cercando di nascondere la felicità che provo.

Finiti i colloqui esco con lo sguardo fiero e penso che qualche volta mi sarebbe piaciuto vedere quell’espressione sul volto dei miei genitori al rientro dalle udienze, ma sarà per la prossima vita 😉

Dalle 15 alle 19
Nel magazzino degli amici vibranti

Oggi mi ha contattata un distributore vicino a casa, sono mesi che passo ore e ore su internet per trovare un fornitore italiano e poi improvvisamente é lui che cerca me.

Perché?

Perché quando rimani qui e ora hai la visione reale, senza veli, di ciò che ti accade intorno. Lo vedi e la signora vita vede te.

Mi trovo davanti a scaffali pieni di amici vibranti, ci sono tutti e sono tantissimi… giro per il magazzino; sono a Vibroland, evvivaaaaa!!!!
C’è perfino Paolino con i suoi gemelli!!

http://blogvibrante.daphnevibrante.it/paolino/

image

Ore 19.19
Mi hanno rigato la macchina

Qui e ora porca vacca….. qui e ora caxxo…..qui e ora fanculo…..

Ore 19.23
Guidando

Rimanere qui e ora mentre si guida é molto difficile, ma da quando riesco a farlo non ho più problemi di disorientamento: so dove sono, dove sto andando e cosa sto fando, e adesso vado a prendere la mia amica Giorgia.

Oggi la mia amica é un po’ abbacchiata, ma io sono piena di energie in esubero.
Sale in macchina, mi guarda e sospira, sento la pesantezza della sua giornata, la bacio, le sorrido dicendole “sei pronta amica? Andiamo a caccia di gente allegra, mettiti su il profumo ai feromoni!”.
Giorgia: ” e ma….. Daphnucci, ho già messo quello afrodisiaco che ho comprato alla tua riunione….faccio un mischione???”
Io: “ma si famolo, che ci frega!”

Arriviamo al locale, siamo alla ricerca di gente felice…

La cameriera ci accoglie col sorriso artefatto di chi sta lavorando da 22 ore e non ne ha più: “ciao ragazze, prego accomodatevi qui”.

Io è Giorgia ci scambiamo uno sguardo, guardiamo il posto che la gentil donzella ci vorrebbe rifilare: un angolo buio e isolato nell’angolo più angusto del locale.

Guardo la ragazza e le dico “no no, ti prego, qui ci suicidiamo, noi siamo giunte qui per stare tra il popolo!”.

La cameriera ci guarda affranta, io le rispondo con un sorrisone a cui non può dir di no, lei si arrende e ci accompagna in un nel tavolone nel bel mezzo della folla!

Qui e ora mi ubriaco con la mia amica Giorgia che va di Coca Cola.. ma l’importante è fare CIN; alla vita, all’amicizia, alla stanchezza, all’addio al nubilato di Amelia a Parigi e a chi mi ha rigato la macchina, ma si…. qui e ora cin anche a te, non ho tempo per incazzarmi e anche se lo facessi non risolverei nulla.

Un bacio
Daphne V

Lascia un commento

Autore del post

Il nostro sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi